Eiaculazione precoce e pornografia


"Ciao, volevo sapere il perché quando mi masturbo guardando materiale pornografico duro veramente poco, mentre senza porno duro molto di più. Non capisco cosa cambia dato che mi masturbo sempre allo stesso modo."
  - Francesco, 22 anni.

Perché duro di meno se guardo materiale pornografico?

Tommy

Ciao Francesco,
prima di risponderti faccio una premessa: utilizzare abitualmente materiale pornografico può creare problemi sessuali, come cali di desiderio, problemi di erezione o disinteresse verso la partner, fino ad arrivare a problemi più gravi quando la pornografia diventa una dipendenza.
Se vuoi sapere perché la pornografia può creare tutti questi problemi, leggi questo articolo.

Venendo alla tua domanda, la ragione per cui guardando porno duri molto meno è molto semplice: molti uomini sono convinti che il piacere provenga solo dal pene. Quando fanno sesso si concentrano sulle sensazioni del pene. Quando si masturbano pure si focalizzano solo sul pene. E quindi pensano che quando hanno un problema di eiaculazione precoce, il problema sia il pene che è troppo sensibile.
Ma come vedi, non è affatto così. Il tuo modo di toccarti è sempre lo stesso, il tuo pene è sempre lo stesso, ma se guardi materiale pornografico la tua eccitazione sale molto più rapidamente e hai lo stimolo di eiaculare dopo poco tempo.

Il motivo è che le stimolazioni erotiche provengono da tutti e 5 i sensi e dalla mente, non solo dal pene. Se ti masturbi senza porno, le stimolazioni provengono solo dal pene. Se ti masturbi guardando pornografia, le stimolazioni oltre che dal pene provengono anche dalla vista (vedere una bella donna), dall'udito (sentire quello ti dice, i suoi gemiti) e dalla fantasia (cioè immedesimarti nell situazione). La quantità totale di stimoli erotici che ti arrivano è molto maggiore e ti fanno alzare l'eccitazione molto più velocemente. Ecco perché duri meno.

La stessa cosa succede anche quando fai sesso con una ragazza: molti pensano che durano poco per via delle sensazioni troppo forti che provengono dal pene, ma non è così. Quando sei con una ragazza c'è la situazione erotica che ti eccita; la vedi nuda; senti il suo profumo; senti quello che ti dice; senti il contratto della sua pelle sulla tua pelle, i suoi capelli sul tuo volto... tutti questi elementi assieme contribuiscono a darti un flusso di stimoli forti che ti fanno perdere il controllo dopo poco. Non è solo il pene!

Desensibilizzare il pene non basta

C'è chi è convinto che per risolvere il problema di eiaculazione precoce bisogna desensibilizzare il pene: molti mi scrivono per chiedere come rendere il pene meno sensibile per poter durare di più. Ma capisci anche tu che non ha molto senso!
Se mai, la domanda giusta è: "come desensibilizzarsi da tutti gli stimoli erotici?", perché se desensibilizzi solo il pene ma poi sei inondato da un fiume di stimoli visivi, uditivi, mentali... sarai comunque stimolato tanto e continuerai a durare poco come prima.

Per avere un'ulteriore conferma di quello che dico, guarda i ragazzi che si sono sottoposti all'intervento di circoncisione per rendere meno sensibile il pene: quasi nessuno di loro risolve il problema dell'eiaculazione precoce. Basta che leggi le loro testimonianze sui vari forum di medicina.
Infatti il loro problema non è tanto il pene, quanto la sensibilità a tutti gli stimoli erotici che ci sono in un rapporto e l'incapacità di controllarli.

La soluzione

Ecco perché l'unica vera soluzione definitiva è quella di desensibilizzarti da tutti gli stimoli erotici, non solo quelli del pene, e di sviluppare la tua capacità di controllare l'eccitazione.
Desensibilizzarti e allenare il controllo sono risultati che si ottengono con semplici esercizi, proprio come quando ti alleni nello sport per migliorare una prestazione fisica, ad esempio correre più a lungo o nuotare più veloce.

Il primo passo è quello di prendere consapevolezza dei propri livelli di eccitazione, cioè capire che cosa ci fa alzare l'eccitazione più di ogni altra cosa e imparare a riconoscere quando l'eccitazione sta salendo troppo. Il secondo passo è di imparare cosa fare per abbassare il livello di eccitazione quando sentiamo che sta salendo rapidamente e rischia di portarci all'eiaculazione entro poco.
Non c'è una tecnica magica e segreta per farlo, ma un allenamento scientifico che migliora passo dopo passo la conoscenza e il controllo del tuo corpo.

Con una "serie di esercizi e un programma di allenamento ben strutturato puoi imparare anche tu a durare tutto il tempo che vuoi.
Per saperne di più puoi anche scaricare qui sotto il corso introduttivo gratuito.

Chiedilo all'esperto...